Struttura della pagina Web HTML5: Il Doctype

l Doctype è stato inventato da Microsoft per ovviare ai “quirks” (leteralmente “stranezze”) di rendering su Netscape4 e Internet Explorer4.

Le famiglie dei Doctype sono le seguenti:

Quirks Mode
Per renderizzare bene un documento HTML in Quirks mode i browser violano le specifiche dei Web format, al fine di riuscire a mostrare una pagina nonostante gli errori di markup che si trovano prevalentemente nei file HTML creati negli anni ’90.

Standards Mode
Nello Standards mode i browser provano a trattare i documenti HTML in maniera conforme agli standard. HTML5 definisce questo metodo come “No quirks mode”.

Almost Standards Mode
Incredibile a dirsi, Firefox, Safari, Chrome, Opera (dal 7.5) e Internet Explorer (dalla versione 8) hanno un metodo chiamato “Modalità Quasi Standard” che implementa la dimensione verticale delle celle delle tabelle in modo tradizionale e non in accordo rigoroso con le specifiche CSS2. HTML5 chiama questa modalità “Limited quirks mode”.

Continua a leggere

HTML 5: Supporto della History API

La History API è un metodo standard per la manipolazione della cronologia del browser. Alla parte di navigazione già presente nelle precedenti versioni di HTML è stata aggiunta anche la possibilità di inserire elementi alla cronologia e rispondere quando questi vengono rimossi dallo stack dall’utente premendo il tasto indietro del browser. Ciò significa che l’URL può continuare a fare il suo lavoro come identificatore univoco per la risorsa corrente, anche nelle applicazioni pesanti che non eseguono un aggiornamento completo della pagina. Come controllare se il browser supporta la History API?

Continua a leggere

Testare il supporto browser del testo segnaposto (placeholder) di HTML5

Un altro dei miglioramenti relativi ai form apportato da HTML5 è la possibilità di impostare un testo segnaposto visibile nei campi input quando questi non sono nello stato di focus o non sono già stati riempiti.

Metodi per controllare il supporto dei placeholder

Continua a leggere

Il browser supporta le funzionalità offline di HTML5?

Grazie ad HTML5 è possibile fare in modo che il server invii al browser tutte le informazioni di cui ha bisogno (Html, Css, Javascript, immagini, video) per visualizzare il sito anche in modalità offline. Nel momento in cui l’utente sarà tornato online il server invierà nuovamente le informazioni aggiornate.

Controlliamo se il browser supporta questa funzionalità, ecco due modi:

Continua a leggere

Come controllare la compatibilità con il tag video HTML 5

Non è strettamente necessario controllarne la compatibilità, perché i browser che non supportano il nuovo tag per l’embedding <video>, semplicemente lo ignorano; può tuttavia rivelarsi utile per definire il miglior output video in base al browser. Se si vuole effettuare un controllo per proporre contenuti diversi in base al supporto o meno del tag video è possibile usare lo script Video For Everybody.
Per una dissertazione sui formati video per i browser si consultino i seguenti link: http://diveintomark.org/archives/2008/12/18/give-part-1-container-formats e http://diveintomark.org/archives/2008/12/19/give-part-2-lossy-video-codecs

Se si desidera fare qualcosa di più avanzato del semplice play & stop, questi sono i metodi per il controllo:

Continua a leggere

HTML5: come controllare la compatibilità con i Canvas

HTML 5I Canvas sono utili perché sono elementi all’interno della pagina dove è possibile inserire ciò che si vuole: forme, tracciati, sfumature, trasformazioni.
Come controllare se il browser ne supporta le funzionalità?
Continua a leggere